stadio mestalla di calcio Valencia

Partita Valencia Juventus

 La partita Valencia  CF Juventus del 19 settembre 2018

La Valencia, attuale vincitore della Coppa del Rey non iniziò troppo ben l'anno. 

La partita di Champions League Valencia CF Juventus giocata a Valencia nello stadio del Mestalla alle ore 21:00 del giorno 19 settembre è terminata con la vittoria della Juventus 2-0.

Riassunto della partita: cartellino rosso per Ronaldo al minuto 29 e la Juve e rimasta in 10. Al 45º del primo tempo fallo in aera e goal di Pjanic su rigore- Al 51º minuto nuovo goal su rigore di Pianic, pareggio sui cartellini gialli: 3 per il Valencia e 3 per la Juventus.

 

I posti a sedere sono 55.000 e si vedeva da qualsiasi posto. Un'ora prima della partita c'era ancora gente che cercava i biglietti, poverini  altri  hanno pensato di approfittare del viaggio per fermarsi qualche giorno prima o dopo, e conoscere la città

Quacuno ha approfittato di una guida turistica italiana che li ha aiutati  a conoscere e visitare Valencia nel modo migliore.

Per gli altri alcune informazioni importanti:

Dall'aereoporto al Centro o al Mestalla e viceversa. di giorno c'è la metropolitana. Un biglietto costa in totale 4,90 euro. In occasione delle partite viene rafforzato il servizio della metro, aumentando il numero dei treni e la frequenza.

Arrivare in macchina al Mestalla e parcheggiare e praticamente una missione impossibile. Il modo migliore è o avere un alloggio abbastanza vicino che permetta di arrivare a piedi, o arrivare in metropolitana, visto che la fermata del Metro ARAGON è vicinissima allo stadio e il servizio viene rafforzato in occasione delle partite di calcio. Altra opzione a seconda del punto della città da cui si arriva è prendere un autobus della EMT, infatti arrivano allo Stadio numerose linee tra quelle che fermano in Avenida Aragón e quelle che fermano in Avenida Blasco Ibañez. Si consiglia chairamente di arrivare con sufficiente anticipo rispetto all'orario di inizio della partita.

Ma visto che la partita è di sera  alle 21.00 sicuramente la mattina dopo se non c'è l'aereo non avrai niente da fare, se vai via il giorno dopo puoi approfittare per conoscere la città. Le due mete principali sono il centro storico da una parte e  la Città delle Arti e delle Scienze con il parco Oceanografico dall'altra. Per realizzare queste visite senza giroavagare perso guardando la google map o una cartina, sicuramente può essere l'opportunità giusta per una  visita guidata. Se ti interessa puoi farla con la famiglia e con gli amici. Anche per questa attività ti consiglio di prenotare, perché se già normalmente ci sono molti turisti italiani a Valencia, con tutti i tifosi juventini i numero di italiani a Valencia si è moltiplclato in modo considerevole.

Qui sotto l'iiimagine dei posti a sedere direttamente dalla pagina del Valencia C.F

juventus valencia stadio mestalla da web valencia cf

 

     

 

Se volete conoscere Valencia potete contattarmi e v farò un tour su misura.

 

Per ricevere maggiori informazioni sulle visite guidate guarda le tariffe su Tariffe e prenotazioni

o riempi il modulo di richiesta informazioni in questa pagina o cliccando su  CONTATTO

Un saluto da Valencia e forza Juve

Alessandro

la tua Guida Italiana a Valencia

Visitare Valencia particolarità

Visitare Valencia particolarità

Visitare Valencia

Valencia è la terza città della Spagna con quasi 800 mila abitanti. La cosa speciale di Valencia sono le cose che c'erano, ma non ci sono più, ma si vede che c'erano. Un gioco di parole?

Il fiume Turia: Valencia fu fondata dai romani nel 138 A.C su un'isola fluviale. Poi con i secoli ,una ramo del fiume dove ormai non scorreva acqua fu ricoperto e rimase la città al lato di un fiume. Poi la città iniziò a svilutpparsi anche dall'altro lato del fiume. Nel 1957 dopo una grave inondazione decisero di deviare il suo corso e all'inizio degli anni '80 iniziarono a piantare alberti e a costrure giardini nel suo letto. Oggi i giardini dell Turia attraversano tutta la città e nell'ultimo tratto del letto del Turia si trovano i granid edifici della Città delle arti e delle Scienze. Risultato Valencia è una città fluviale senza fiume, ma la gente continua a dire: Dall'altra parte del fiume, andare a correre o a giocare nel fiume. Molti turisti si aspettano di vedere come minimo un ruscello e invece niente acqua.

Le porte e le mura. Valencia ha attulamente due porte: la porta di Serranos e la porta di Quart. La cartina del centro storico con forma quasi rodonta, cone le strade esterne invece tutte parallele fa supporre che ci siano delle mura. E invece niente, le mura non ci sono. Dei più di 5 km di mura che circondavano l'antica città di Valencia restano circa 30 metri unite alle Torri di Quart.

Gotico e Barocco insieme: Una delle caratteristiche di Valencia è che alcune chiese hanno insieme sia il gotico che il Barocco: Santa Caterina è gotica ma ha un campanile Barocco. La cattedrale è gotica ,a ma ha una porta barocca. La parrochia di San Nicola ha un'architettura barocca, ma è coperta all'interno da un affresco barocco.

In attesa puoi visitare le 20 cose imperdibili di Valencia

guida per visitare Valencia a piedi

Cosa vedere a Valencia a piedi

COSA E COSE DA VEDERE A VALENCIA A PIEDI?

Vuoi sapere cosa vedere a Valencia a piedi? Ti piace camminare e poter visitare i monumenti dall'esterno ma anche dall'interno? Se non sei la persona da bus turistico o tour panoramico, ma ti piace vedere le cose vicino, sentire i profumi, ascoltare i suoni e la musica della città, il modo migliore per scoprire Valencia è a piedi.

È una città totalmente pianeggiante. Ecco le zone che si possono visitate a piedi:

A)Il centro storico ha moltissime strade pedonali, B) i giardini del Turia  C) la Città delle Arti e delle Scienze che si gira solo camminando. Con una guida turistica ufficiale, molto meglio.

Certo per visitare una città a piedi sono necessarie delle premesse e delle scelte.

1) Più o meno tutti camminiamo, ma se si vogliono visitare molte cose è necessario camminare parecchio, quindi bisogna sapere misurare quanto possiamo camminare in un giorno e la distanze tra tutti i monumenti, giardini e attrazioni che vogliamo visitare a Valencia. Semba evidente, ma può tornare utile ricordarlo: no solo quanto cammina chi organizza ma tutte e ognuna delle persone coinvolte nel tour, con particolare attenzione ai bambini, persone anziane o con mobilità ridotta.

2) Mettere scarpe comode per camminare, ma anche abbigliamento adatto alla temperatura a seconda del periodo dell'anno. A Valencia soprattutto il caldo in diversi mesi dell'anno è da tener presente. Un cappellino o beretto può essere molto utile.

3) Anche se siamo in ambiente urbano e ci sono molti bar in giro, se vogliamo stare fuori tutto il giorno possiamo portare con noi una bottiglietta d'acqua.

4) Collegato al tema temperature e stagioni calde. Da maggio a settembre, ma soprattuto a luglio e agosto, se prevediamo di fare un tour a piedi di 4 ore, meglio iniziare alle 9:00 -9:30  che alle 10:30-11:00. O lasciare una parte della visita per il pomeriggio dopo le 17:00.

5) Sapendo che comunque sono dati indicativi, se organizzate il tour senza una guida, google maps vi può essere utile. Scegliete per esempio tra i monunenti e attrazioni indicati nella pagina 10 cose da vedere a Valencia segnateli su una cartina.

Poi mettetili in ordine e verificate i tragitti tra uno e l'altro sommando i tempi saprete quante cose potrete visitare a Valencia e in quanto tempo.

6) Se il punto 5 risulta complicato o non avete voglia di perdere tempo organizzando, il modo più semplice per fare una bella visita di Valencia a piedi è contattare e contrattare la vostra guida italiana a Valencia: Alessandro

 

CLICCA E CHIEDI

Vedere Valencia a piedi in 2 giorni

 

valencia con bambini

Visita a Valencia con bambini

VISITARE VALENCIA CON BAMBINI

Secondo molte riviste di turismo internazionali, ma anche secondo tantissimi bloggers che viaggiano con bambini e raccontano i loro viaggi, Valencia è una città ideale per essere visitata con bambini.

Una prima idea importante, prima di raccontarvi le bellezze e le comodità di questa città del Mediterraneo, è che viaggiare con bambini e bello, ma è necessario viaggiare nei posti giusti e nei modi giusti, altrimenti il viaggio invece di essere una bella esperienza in famiglia, può trasformasi in un'incubo dove i bambini sono solo una zavorra che ci impedisce di fare la vacanza, E poverini soffrono, piangono, si impuntano e ci dicono sempre che sono stanchi.

Un'altro mito da sfatare è che una visita guidata è un'attività culturale noiosa per i bambini. Una visita guidata con una guida ufficiale, professionista e esperta in visite con famiglie, è invece un'esperienza unica dove i bambini sono i protagosti, fanno domande e non vogliono staccarsi dalla guida.

- CLICCA E SCOPRI LE OFFERTE PER LA FAMIGLIA -

Certo bisogna saper scegliere il percorso, i tempi, le pause, le attività e ci vuole un modo giocoso e divertente di scoprire la città.

Sicuramente un papà o una mamma con un libro in mano leggendo la lunga descrizione di un monumento, non è un'attività divertente e i ragazzi si annoiano e stancano subito. Anche il Museo delle Scienze o l'Oceanografico possono essere una gran delusione se la visita non viene fatta bene

Una bella visita di Valencia con bambini

Il centro storico in 2 ore e 30 minuti con due pause in mezzo

I giardini del Turia in bicicletta con pausa al Gulliver

Visita al Museo Fallero: Un museo che raccoglie le  divertenti statue di cartapesta delle Fallas dal 1935 ad oggi. Dagli anni 50 anche le staute di tema infantile.

Visita al Museo delle Scienze: Un museo dove la parola d'ordine è : vietato non toccare. In questo momento oltre alle esposizone fisse anche una su Marte e una di LEGO sui mezzi di trasporto. Difficile scappare.

Visita all'Oceanografico: Piace a tutti, anche ai bambini piccolissimi come agli adolescenti. Non si vedono tutti i giorni gli squali da sotto.

Visita al Bioparc. dedicato all'Africa. Gli animali sono separati dalle persone per sicurezza, ma non ci sono nè sbarre né gabbie, ma una riproduzione dell'ambiente naturale

Visita al Parco Naturale dell'Albufera con birdwatching: si consiglia di fare il giro in barca oltre ad entrare al Centro di Interpretazione. Vedere gli uccelli nel loro ambiente naturale è sempre un'esperienza.

Mattinata in spiaggia: se vi piace la sabbia, qui c'è molta sabbia e una spiaggia grandissima. Meglio in zona Patacona.

Se avete altri consigli da aggiungere in base alle vostre esperienze su come visitare Valencia con bambini vi prego di scrivermi.

scopri le proposte e le offerte

Un turista a Valencia: guida turistica in Spagna

Un turista a Valencia secondo la tua guida turistica in Spagna

Essere un turista a Valencia non è sempre facile, soprattutto ora che la moda è essere un turista che non fa cose da turista e frequenta luoghi non turistici. Ma poi vai nella spiaggia deserta e non ci sono gli ombrelloni e i bagni. Vai nel baretto di quartiere e non hanno il caffé italiano. Esci la sera per cenare alle 8:00 e trovi tutto chiuso. Parli in italiano o in inglese e non ti capiscono perché parlano solo spagnolo o valenciano.Insomma essere alternativi può risultare un disastro.

Guida per il turista a Valencia, che scappa dai luoghi turistici.

1) Prima di tutto non raccontantelo a tutti, altrimenti il segreto smette di esserlo. Fatelo saper solo a vostri amici più intimi e fidati

2) Preparati e organizzati prima e non consultare le guide internazionali su internet, perché quelle le leggoo tutti. Scrivi a una guida locale o a un'amico che vive qui da 10 anni.

3) Fatti guidare da una guida locale esperta e professionale. un solo giorno di visita guidata è sufficiente ad avere tanti consigli giusti. Per un ristorante invita la guida a mangiare con te, ti porterà nei posti migliori.

4) Informati sugli orari locali, che non corrispondono a quelli italiani e fatti spiegare dalla tua guida quali sono gli orari giusti, eviterai perdite di tempo e delusioni.

5) Se vedi un ristorante con fuori le foto dei piatti e i menú scritti in 4 lingue: è un posto turistico. Evidente no?

6) Tra gli stabilimenti affollati con 1000 ombelloni e la spiaggia naturistica senza servizi, c'è una meravilgiosa opzioni intermedia: i chiringuitos. Meglio se alla fine della spiaggia tipo gli ultimi della Patacona.  Pochi ombrelloni, tanta spiaggia libera pulita, bar, bagno, sdraio ecc. Meglio arrivare verso le 10:00.

7) Se prendete il bus turistico vedrete quello che vedono tutti e vi fermerete dove si fermano tutti. I bus pubblici EMT hanno un APP che funziona bene. Fatevi consigliare dalla vostra guida e movetevi a basso costo per la città, insieme alla gente del posto. Comprate la tesserina magnetica. Qui il bus si paga sempre.

8) Imparate un poco di Spagnolo e di Valenciano prima di venire. Vi sarà molto utile se uscite dai classici itinerari turistici.  Mi scusi,per favore, grazie e prego sono parole utilissime

9) Evitate di parlare troppo ad alta voce, gridare, cantare a squarciagola. Esiste una cosa che si chiama derecho de admisión e ti possono inviatare più o meno gentilmente ad andar via. (nei posti turistici sono già abbastanza abituati e devi proprio esagerare)

10 ) Consiglio anche di evitare quando ti dicono che qualcosa non si può avere o non si può fare, tipo tre tipi di paella per un tavolo da 5, la risposta: ma io pago! Npn ti lamentare se non ti trattano bene anche se hai i soldi.

Se invece vi piace il turismo di massa e non vi interessa essere accolti e trattati bene, allora non fate caso a questi consigli.

 

Alessandro la tua guida turistica in Spagna

Guida italiana Valencia

 

 eccellenza guida valencia

Guida turistica di Valencia

Alessandro la tua guida turistica di Valencia

Se vuoi visitare Valencia e conoscere non solo i monumenti più turistici, ma anche suoi segreti e percorsi misteriosi, hai trovato qui la tua guida turistica di Valencia: Alessandro.

La guida turistica di Valencia con certificato di Eccellenza

La guida turistica una bellissima professione e come in ogni professione, scusandomi per il gioco di parole, richiede professionalità.

Per questo hai bisogno sicuramente di una guida ufficiale della Comunità Valenciana per visitare Valencia, e la riconosci da un tesserino che tutte le guide ufficiali portano ben visibile , dove appare il loro nome, la foto, il numero di documento di identità e il numero di registro come guida. Chiaramente appare scritto Generalitat Valenciana e il simbolo colorato di un albero di Palme, simbolo del turismo valenciano.

Il tesserino  ti garantisce quindi di aver contrattato un professionista, che ha dovuto superare una serie di esami, dopo aver studiato. Ma una guida professionista grazie all'associazione delle guide ufficiali segue anche continui corsi di aggiornamento e riceve informazioni dirette su nuove esposzioni dei musei, su cambi di orari di apertura e chiusura. Quindi non solo può fornire nel modo migliore le informazioni più corrette, ma anche organizzare sempre nel miglior modo una visita guidata.

Le altre "guide" imporvissate o senza tesserino sono fake, e quindi raccontano spesso una storia inventata a volte al momento. In alcune proposte di tour a prezzo stracciato troverete scritto che la visita si realizzerà solo all'esterno dei monumenti. I motivi sono due: uno perché il rischio di domande a cui non sanno rispondere si eleva, l'altro è che semplicemente relaizzando un'attività non autorizzate può succedere più facilmente che vengano fermati durante un controllo.

Certo siamo coscienti che la cosiddetta economia collbaorativa è di moda, ma sicuramente se si paga una pizza si preferisce che l'abbia fatta un pizzaiolo bravo.

Spesso queste cosiddette guide vendono l'idea che le loro visite sono divertenti, mentre le guide ufficiali sono noiose. Personalmente tra le miei colleghe e colleghi di Valencia posso dire che son tutte persone molto simpatiche.

Ma per quale motivo una persona dovrebbe scegliere me, cioè Alessandro come guida?  Questa è certamente una domanda a cui è difficile rispondere, ma forse il fatto che sia nel 2017 che 2018 ho ricevuto il certifivato di eccellenza di Tripadvisor, perché più di 50 persone hanno valutato con 5 stelle il mio servizio scrivendo delle recenzioni stupende, può essere un buon motivo-

 

 

- CLICCA E SCOPRI -

20 luoghi da Visitare a Valencia

20 LUOGHI DA VISITARE A VALENCIA

Ti fermi a Valencia per un week-end o per pochi giorni?

Ecco qui i 20 luoghi da visitare a Valencia se ti fermi due o tre giorni.

 

1) La Stazione del Nord: Con più di 100 anni sembra nuova

2) La Plaza de Toros di Valencia, usata soprattuto per concerti, conserva la sua storia

3) La Posta: inaugurata nel 1922 si trova nella Plaza del Ayuntamiento

4) Il Palazzo del Ayuntamiento: Il municipio si può visitare di mattina dal Lunedí al Venerdí

5 )Il palazzo del Marques de dos Aguas con il Museo nazionale della Ceramica

6) La Plaza Redonda piazzetta particolare a forma di cerchio

7)La Loggia della Seta: palazzo in stile gotico UNESCO 

8) Il Mercato Centrale: mercato modernista bella opera architettonica

9) Il Museo della Seta: storia della tradizione e del grande artigianato di Valencia

10)  La parrocchia di San Nicola in Calle Caballeros conosciuta come "La cappella Sistina Valenciana"

11) La Basilica barocca della Vergine de los Desamparados

12) La Cattedrale: in stile gotico secondo la tradizione custodisce il Sacro Grial

13) Le Torri di Serranos una delle antiche porte di Valencia ancora in piedi

14) I giardini del Turia: nell'antico letto del fiume prosciugato e trasformato in zona verde

15) Il Gulliver: granidi scivoli montati su un gigante che dorme

16) Il Palau de les Arts Reina Sofia: Teatro dell'Opera

17) Il Museo delle Scienze Principe Filippo

18) Il Parco Oceanografico: l'acquario più grande di Europa

19) Il quartiere marittimo del Cabanyal e Canyamelar

20) Il porto di Valencia con il lungomare e la spaiggia

 

Se hai meno tempo puoi consultare questa pagina:

10 cose da vedere a Valencia

cattedrale centro storico valencia

Centro storico di Valencia

Il Centro Storico di Valencia

Se vieni e Visitare Valencia e ti piace l'arte e la storia, il centro storico di Valencia è una visita imprescindibile anche se ti trovi qui per poche ore. Un antico cartello all'entrata di Valencia diceva: visita Valencia in 3 ore. Oggi sarebbe impensabile, ma se hai slo 3 ore a disposizione e una guida turistica, in 3 ore riesci a vedere i principali monumenti del Centro storico della cittá. Un po' di fretta ma li vedi

 Ecco i principali: una pista per vedere i monumenti del Centro Storico di Valencia.

Certamente con una cartina in mano e con google map s iriesce a vedere abbastanza del Centro di Valencia, soprattutto se il nostro obbiettivo e solo scattare la foto del monumento e poter cogliere qualche particolare. Se realizziamo la nostra visita da soli, o come si dice fai da te, il mio consiglio e scegliere un periodo storico e seguire uno dei percorsi. Se invece via con la tua guida ufficiale, non ti preoccupare, perché in 3 ore riesci a vedere praticamente tutto portando a casa un ricordo più completo.

Possiamo dividere i principali monumenti del centro di Valencia in tre periodi storici e  artistici diversi:

il Gotico

il Barocco

il Modernismo

A seconda dei nostri interessi possimao seguire un itinerario per seguire un solo stile architettonico di una sola epoca e mescolarli, sapendo che comuque a volte uno stesso edificio può contenere alcune parti ad esempio gotiche più antiche e altre barocche, perché opera di ristrutturazione successiva.

Per il Gotico possiamo iniziare dalle Torri di Serranos, visitare poi la Cattedrale di Valencia soffermandomi all'esterno sulla porta degli Apostoli, visitando l'interno e e poi finire in bellezza con La Loggia della Seta

Per il Barocco inizierei dalla Parrocchia di San Nicolas, conosciuta come "la Cappella Sistina Valenciana", poi la Basilica de la Virgen de los Desamparados e poi il Palazzo del Marques de Dos Aguas

Per il Modernismo: la Stazione del Nord, la Plaza del Ayuntamiento, la Calle la Paz e il Mercato Centrale.  Se hai più tempo, voglia di camminare o il tuo hotel si trova in quella zona, non ti puoi perderdere il Mercato di Colon.

 

Resti chiaro realizzare la visitare Valencia con la tua guida italiana ufficiale, renderà tutto più bello e interessante.

- Clicca e chiedi informazioni -

.

 

 

viaggio a Valencia cattedrale

Viaggio a Valencia

UN VIAGGIO A VALENCIA

Ho un'idea, andiamo anche noi a Valencia? Buona idea! Ecco come comincia normalmente un viaggio a Valencia. Ma affinché il viaggio a Valencia sia una meravigliosa vacanza, possiamo passare delle belle giornate e poi portare a casa un bel ricordo è importante organizzarlo bene, ognuno secondo i propri gusti, con più o meno dettagli, con un budget minore o maggiore a seconda di quanto vogliamo spendere, ma organizzarsi è sempre meglio.

Ecco qui una lista dei punti da tenere presenti con qulache piccolo consiglio da parte mia.

Dimenticavo, per chi non mi conoscesse mi chiamo Alessandro, italiano, viaggiatore. Vivo a Valencia da 20 anni. Sono guida ufficiale della Comunità Valenciana.

Capisco quindi i gusti, bisognii degli italiani e sono un esperto vero (come si dice certificato) della città di Valencia.

Come organizzare un viaggio a Valencia

1) Il viaggio: in aereo, in pullmann, in macchina, in nave da crociera, o in macchina e con traghetto.

2) Fai da te o con una agenzia di viaggi. Da soli o un gruppo?

3) Alloggio: hotel, appartamento, bed and breakfast, ostello. Valencia citta o fuori città.

4) Come arrivare dal porto o aereoporto al nostro alloggio

5) Come muoversi per Valencia

6) Cosa vogliamo vedere a Valencia

7) Quali biglietti comprare prima e cosa prenotare

8) Visite con guida turistica o senza

9) Guida ufficiale preparata e professionale o un racconta favole  dilettante improvissato

10) Valencia Card sì o no?

 

Se cerchi le risposte  a queste domande e vuoi  consigli per sapere cosa fare a Valencia, cosa Vedere a Valencia e come muoversi a Valencia puoi scrivermi cliccando su questo link:

 informazioni

perchè è vero che è sempre bella una poca di avventura, ma è anche peccato arrivare in una città e non sapere cosa fare , dove andare e soprattutto cosa vale la pena vedere. È vero che per molti ciò che conta è farsi la foto e pubblicarla su Facebook o Instagram, ma capire dove sei è sempre meglio.

 

A presto 

Alessandro

 

10 cose a Valencia

10 cose da vedere a Valencia in 1 giorno

A Valencia: le 10 cose da non perdere

 Ecco le 10 cose da vedere a Valencia se hai solo un giorno di tempo

Se sei a Valencia solo per un giorno, ma vuoi conoscere le cose più importanti e interessante del centro storico di Valencia, ecco una lista rapida di ciò che puoi visitare a piedi tra mattina e pomeriggio. Per le visite all'interno di alcuni monumenti  si consiglia di consultare gli orari di apertura. In caso contrario potrai vederli solo dall'esterno. Importante: in alcuni casi ci sono dei biglietti di ingresso, ma il prezzo varia dai 2 agli 8 euro ed è quindi accessibile a quasi tutti i turisti. A volte in alcuni musei l'ingresso è gratuito.

 

1) La Loggia della Seta: palazzo dei Mercanti di stile gotico

2) Il Mercato Centrale: uno dei mercati coperti più belli di Europa

3) La Stazione del Nord: Edificio modernista e multicolore del 1917

4) La Posta: stile ecclettico, del 1922 si trova nella Plaza del Ayuntamiento

5) La Cattedrale: l'edificio gotico che conserva la coppa che seconod la tradizione è il Sacro Graal

6) "La cappella Sistina Valenciana", cioè la parrocchia di San Nicola in Calle Caballeros

7) Il palazzo del Marques de dos Aguas Il barocco privato in Calle della Cultura

8) Le Torri di Serranos La più importante della antiche porte di Valencia

9) La Plaza Redonda una piazzetta veramente particolare

10 ) Il Museo della Seta: arte, tradizione e economia Valenciana

 

NOTA! Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online.